veglio

Veglio è un paesino di 541 abitanti in provincia di Biella che, come suggerisce il nome, “veglia” sulla Valle di Mosso. Un posto tranquillo, immerso nel verde e in cui i ritmi frenetici delle metropoli rimangono una eco lontana. Così come lontane sono le discussioni sulle dismissioni, le privatizzazioni, le alienazioni del patrimonio immobiliare dello Stato necessarie a ridurre il debito pubblico. Eppure questo angolo d’Italia ha avuto una piccola grande idea per sfruttare gli spazi inutilizzati della amministrazione.
Nel 2011 il sindaco Marco Pichetto, ha dato vita a un progetto di Co-Working pubblico. In pratica ha messo a disposizione le strutture non utilizzate del Comune a professionisti che ne facciano richiesta. Forse è un progetto che non risponde alle grandi domande a cui ci mette di fronte la crisi economica, ma sicuramente potrebbe rivelarsi più di una buona idea.

Dopo aver ricevuto i fondi necessari, il sindaco ha ristrutturato e cablato gli spazi e nell’aprile del 2013 ha attivato con i richiedenti il primo progetto ufficiale. Lo scopo è chiarito nella pagina web del Veglio Coworking Project: “portare i giovani e non solo, a vivere immersi nella natura prealpina, assaporando i ritmi della vita di paese e potendo lavorare con la moderna tecnologia a low cost. Alcuni locali di proprietà comunale,proprio negli stabili adiacenti il municipio, sono stati ristrutturati e cablati, pronti ad essere utilizzati quali uffici comuni a più persone“.

“Il Comune di Veglio con questo progetto mette a disposizione gratuitamente i locali, gli arredi per le singole postazioni e parte dei consumi comuni (acqua, rifiuti e linea web) e fornisce alcune delle attrezzature comuni, quali fotocopiatrici, sala riunioni, scanner a lavoratori autonomi o professionisti. Gli utenti possono provenire da realtà limitrofe e non, grazie alla possibilità di avere un ufficio a costi contenutissimi, contestualizzato in un ambiente sano, tranquillo ed immerso nel verde, dove tra l’ altro gli affitti ed in generale i costi delle abitazioni sono ancora bassi ed accessibili. Perché ? Per mantenere la permanenza dei giovani all’interno del Comune di Veglio, che così hanno modo di lavorare sfruttando le nuove tecnologie e di confrontarsi con lavoratori di differente esperienza professionale. Il Coworking è concretamente un’incubatore di imprese e innovazione, uno status di risparmio per chi già lavora e uno speciale start up alla libera professione”.

Il Veglio Coworking Project è cofinanziato da Comune di Veglio, dal Segretariato Permanente della Convenzione Internazionale delle Alpi e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

Potrete incontrare Marco Pichetto a Glocal il 14 novembre alle ore 18, in un incontro dal titolo “Il lavoro nella rete“.

Facebook: Veglio Coworking

Organizzato da

Con il supporto di

Main Sponsor

Sponsor

Patrocinio di

In collaborazione con

un ringraziamento a