Cornaviera, Samanta

Samanta Cornaviera

946031_10151866754779481_1360191317_nNasce 44 anni e mezzo fa in terra veneta, a Longarone, in una dolce famiglia di panettieri e pasticcieri.

A vent’anni amava fare teatro (e viaggiare), a 25 la radio, a 30 la pubblicità.

Questo è il percorso che la ha portata a fare la speaker per produzioni audio e video (il suo lavoro ufficiale) e, grazie al fatto che possa lavorare quasi sempre da casa, a dedicarsi ad un’altra passione: la cucina.

O meglio, la cucina storica o “archeologia culinaria”, come le suggerì un’amica qualche anno fa. In particolare, adora le ricette del primo ‘900. Diciamo fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Mezzo secolo di grandi cambiamenti, conflitti, avanguardie e speranze.

Da quando ha avuto fra le mani la prima copia de La cucina italiana del 1929 e ha scoperto quanto si diverte a riportare alla luce i gusti perduti nel tempo, non ha più smesso di sperimentare e ricercare. E’ come raccontare la storia d’Italia in forma di ricetta.

Dal primo piatto, il Latte di ananasso, ne son passate di ricette sotto i ponti:

dalla Lepre alla D’annunzio allo Sformato autarchico, dalle Scatolette di cetrioli alla Duse al Pilao alla Turati, dal Pollo alla Titta Ruffo al Boccone della crocerossina.

Oltre a curare il blog, scrive per La cucina italiana la rubrica Ieri e oggi e partecipa ad eventi e manifestazioni con cooking show dove racconta il contesto storico e i personaggi legati alle ricette che propone, coadiuvata da uno chef ai fornelli.

Per il canale del gruppo RCS, LeiTv (del quale è la voce ufficiale da diversi anni), ha preso parte alla realizzazione della serie web “Massaie Moderne”.

Interverrà a:

 Torna agli speaker

Organizzato da

Con il supporto di

Main Sponsor

Sponsor

Patrocinio di

In collaborazione con

un ringraziamento a